IL RAGAZZO CHE AMAVA GLI ALBERI


  • IL RAGAZZO CHE AMAVA GLI ALBERI - -1
sabato 11 marzo | ORE 21:00 ALMENNO SAN SALVATORE - Scuola dell'Infanzia Parrocchiale, viale Europa 2
ingresso LIBERO

Il testo dello spettacolo è basato su una vicenda realmente accaduta. Nella scuola media “Falcone/Borsellino” c’è un ragazzo: Rachid. Di lui non si sa niente, finché un professore non si mette in ascolto e scopre qualcosa in più di quel ragazzo. Scopre la famiglia di Rachid: padre e fratello. Scopre che Rachid non ha neanche sedici anni e la mattina, prima delle lezioni, lavora al mercato del pesce e poi a scuola dorme, ma soprattutto scopre la sua passione per gli alberi. Rachid si immerge nei i boschi e abbraccia gli alberi e li tiene stretti. Rachid vuole diventare un albero dalle radici ben piantate nella terra perché quella terra nella vita gli è venuta a mancare. Ora c’è solo erranza e di quella terra non rimane che il sogno. Un sogno che è stato salvezza, quando in mare, senza una barca, nel buio di quella notte maledetta, raggiunse una qualche riva di una qualche altra terra.

DI E CON PINO PETRUZZELLI / AIUTO REGIA PAOLA PIACENTINI / VOCE DI RACHID GIACOMO PETRUZZELLI / PRODUZIONE TEATRO STABILE DI GENOVA

Pino Petruzzelli
Regista, autore e attore, Pino Petruzzelli lavora per mettere la cultura al servizio di importanti cause sociali. Conosce le riserve indiane del Nuovo Messico, i territori della ex Jugoslavia, è ospite in case palestinesi e israeliane, dove tocca con mano la fatica di vivere quel conflitto. Da questi viaggi nascono spettacoli in cui racconta la profonda umanità di chi è costretto a vivere situazioni difficili.