PANE E ROSE. Una rivolta guidata dalle donne


  • PANE E ROSE. Una rivolta guidata dalle donne	 - -1
  • PANE E ROSE. Una rivolta guidata dalle donne	 - 1
domenica 30 aprile | ORE 21:00 Comun Nuovo - Cineteatro L’Incontro, via Guglielmo Marconi
ingresso LIBERO

Un racconto commovente e ironico, l’affresco di un secolo, la resistenza, la protesta veemente e appassionata di mille donne che l’8 ottobre del 1941 si presentarono nel municipio di un paesino della pianura reggiana al grido di pane e pace. Dieci di queste donne furono arrestate e incarcerate nei giorni successivi. Erano tutte donne antifasciste, braccianti, madri e spose che dovevano provvedere alle famiglie mentre mariti, fratelli e figli erano al fronte, in guerra. Una storia di donne umili ma piene di dignità, con le loro lotte per il lavoro, con tutti i sacrifici per dare l’istruzione ai figli, pronte ad agire e fare la loro parte. 

UNA PRODUZIONE COMPAGNIA TEATRO DELL'ORSA / SCRITTO, DIRETTO E INTERPRETATO DA MONICA MORINI E BERNARDINO BONZANI / AL PIANOFORTE CLAUDIA CATELLANI

Monica Morini è attrice, autrice e regista e fondatrice del Teatro dell’Orsa. Conduce da anni un percorso di ricerca sul teatro di narrazione con corsi rivolti ad attori insegnanti e genitori. Inizia la sua formazione teatrale con maestri riconosciuti in campo internazionale. Ha lavorato in Italia e all’estero con il Teatro delle Briciole, il Teatro Gioco Vita con il regista e narratore Marco Baliani e con lo scrittore Paolo Rumiz. È vincitrice, con i suoi spettacoli, di numerosi premi.

Bernardino Bonzani, attore, autore, regista è fondatore di Teatro dell’Orsa e di Europa Teatri. Si è formato all’interno del Teatro Europa di Parma e si è perfezionato frequentando laboratori e seminari condotti da maestri riconosciuti in campo internazionale. Ha partecipato a numerosi spettacoli che spaziano dal teatro comico a quello di ricerca, anche con i registi Bruno Stori e Marco Baliani. Ha ricevuto numerosi premi.

Compagnia Teatro dell’Orsa
La Compagnia Teatro dell'Orsa ama raccontare storie, quelle storie ascoltate e raccolte dalla bocca di testimoni che ne hanno tenuto memoria, dai libri o dai giornali. Ha raccontato la storia dei fratelli Cervi, Cuori di terra con cui ha vinto nel 2003 il Premio Ustica per il teatro di impegno sociale e civile; con R60, ha portato sulle scene, con spettacoli teatrali o film documentari, le memorie degli operai delle officine Reggiane e della Bloch, la vita di Nilde Iotti, la violenza taciuta e rimossa sulle donne, la Costituzione, la lotta contro le mafie, per la legalità, fino all’incontro con i giovani migranti dell’Africa. La drammaturgia si arricchisce e prende forza spesso grazie al continuo intrecciarsi con il lavoro di ricerca musicale. Opera anche nell'ambito del teatro per ragazzi.